Cro in tour con GLP JDC1 e KNV

Dietro la famosa maschera da panda c’è uno dei più versatili artisti di successo della Germania: Cro, il cui vero nome è Carlo Waibel, che, non solo ha dato alla scena del rap tedesco un nuovo volto, ma è anche designer, produttore e regista.

Dopo un tour nei club per promuovere il suo nuovo album, sold out in pochi minuti, è tornato ancora per un tour indoor lo scorso autunno, ed è stato un successo.

Lo Show designer Clemens Loeffelholz von Colberg ed il lighting director Manfred Nikitser hanno creato il lighting design ed hanno lavorato al tour. Alla postazione di mix hanno lavorato anche Markus Buck e Otto Schildknecht.

Loeffelholz von Colberg e Nikitser desideravano creare un set che fosse semplice ma il più efficace possibile, ed hanno scelto le strobo ibride GLP JDC1 ed i nuovi moduli KNV.

“Se un design deve essere semplice, le singole lampade devono essere in grado di compiere diverse funzioni,” afferma Clemens. Inoltre, per gli artisti rap ed hip-hop, ci sono un paio di requisiti tipici, vale a dire tanti colori e strobo per i suoni di hi-hat, ed il giusto grado di punch e assertività. “La JDC1 è stata semplicemente la scelta migliore perchè è la strobo ibrida migliore sul mercato,” spiega. E Manfred Nikitser aggiunge: “Penso che, quando si tratta di LED, GLP sia all’avanguardia, specialmente per l’innovazione. Ho sempre trovato i loro prodotti entusiasmanti e sul mercato, al momento, non c’è nulla di equivalente. Risponde ad ogni esigenza – per i colori, la luminosità, gli effetti.” E’ rimasto particolarmente colpito dalle possibilità offerte dalla JDC1. “Appare sempre differente, posso controllare ogni pixel individualmente o usarli in combinazione,” afferma descrivendo le possibilità della JDC1.

Fedeli alla loro idea di usare ogni lampada in modo multi-funzionale, i due hanno usato la JDC1 non solo come strobo, ma anche come wash e blinder. Manfred Nikitser spiega: “Le JDC1 sono state montate su costruzioni a torre, rendendo il palco molto luminoso. In alcuni momenti le abbiamo girate avanti e usate come blinder. Questo ci ha dato sempre anche più impatto di quanto avessimo bisogno”.

Nella lista del materiale utilizzato ci sono anche i moduli KNV di GLP. “Avevamo bisogno di qualcosa che inscenasse la maschera. Gli occhi necessitavano di qualcosa che fosse virtualmente senza interruzioni ed allo stesso tempo avesse abbastanza potenza da avere effetto anche attraverso il plexiglass. Con il suo design, la sua uscita e la sua costruzione modulare, KNV è risultato semplicemente la scelta perfetta”, afferma Manfred Nikitser, descrivendo la sfida e la sua conseguente soluzione. “KNV e JDC1 sono prodotti fantastici,” dichiara Clemens Loeffelholz von Colberg. “Per la quantità d’uscita e di impatto si pensa immediatamente ai grandi show, ma anche quando usati su piccola scala si rivelano molto interessanti.” E Manfred Nikitser concorda: “Ai miei occhi, la JDC1 è veramente la prima strobo dal colore significativo, che offre una programmazione chiara ed un utilizzo versatile. Un anno fa avrei detto che uno show dinamico che utilizzasse solo strobo era impossibile. Ma a quel tempo non conoscevo le JDC1!”

Ora c’è una crescente curiosità riguardo ai prossimi progetti dei due designer. Sicuramente le fixture GLP saranno presenti sin dall’inizio. “In tour con gli Ok Kid ho avuto già le JDC1” Clemens Loeffelholz von Colberg. “Al momento RIN è ancora in tour con il suo Megatron, suonando su un palco completamente trasparente con le X4 Bar. Trovo sia molto entusiasmante usare forme inusuali e alternative, come quando si utilizzano le GLP Bars. GLP offre possibilità architetturali fantastiche – con le impression X4 Bar, i moduli KNV ed anche le JDC1. Questo rende il tutto molto interessante per me come Designer.”

Comments are closed.