La chiesa “Hope Fellowship” di Frisco, Texas, sceglie la tecnologia Klang

Negli Stati Uniti, come regola generale, quando una chiesa considera di adottare una nuova tecnologia audio, si affida all’opinione di un esperto esterno. Tuttavia non è sempre così, come nel caso della chiesa “Hope Fellowhip” di Frisco, in Texas ed il suo nuovo sistema di monitoraggio in-ear in 3D KLANG:fabrik.

Glenn Setchfield è un ingegnere progettista della Clark, un fornitore audio, video e luci specializzato sui luoghi di culto e le loro necessità. Quando gli abbiamo chiesto cosa abbia portato alla decisione di aggiungere il sistema KLANG al nuovo East Campus della chiesa di Frisco in Texas – una completa installazione che include anche un DiGiCo SD12 – ci ha risposto dicendo di aver dato credito al 100% a Derek Milton, Direttore Tecnico di Produzione della Chiesa Hope Felloship, ed alla sua squadra. “Erano veramente molto entusiasti del prodotto,” afferma Setchfield. “Lo hanno visto allo stand di Group One ad una fiera durante una demo dell’SD12 e sapevo che lo volevano ancora prima che iniziassimo il progetto.” (Group One Ltd. distribuisce sia DiGiCo che KLANG negli Stati Uniti.)

Il desiderio iniziale di Milton di utilizzare il sistema KLANG era in parte nato dalla sua precedente esperienza con quello che è considerato “lo standard del settore” come sistema di monitoraggio personale. “Ho utilizzato molte volte il sistema che spesso si trova nella maggior parte delle chiese, e ho capito che non era quello che volevamo. Volevamo evitare sia il disordine sul palco creato da vari mixer personali su aste microfoniche, sia le spese di tutto l’hardware. Invece, un potente sistema che i nostri musicisti potessero controllare facilmente dai propri dispositivi mobili, ci è subito sembrato molto interessante.”

KLANG:fabrik è un prodotto a due unità rack che può ricevere fino a 56 canali in ingresso via Dante, MADI e ADAT Lightpipe— o una combinazione di questi—e creare fino a 16 mix individuali. Offre un routing flessibile per i mix, per esempio tutti gli ingressi digitali sulle uscite analogiche XRL o un qualsiasi formato digitale può essere collegato agli amplificatori KLANG:quelle compatibili con il formato Dante o essere collegato a sistemi IEM wireless. Usando l’applicazione KLANG:app—disponibile gratuitamente per iOS, Android, PC e Mac— gli utenti possono non solo creare i propri mix, ma anche posizionare ogni sorgente sonora in un campo sonoro 3D attorno alla propria testa che include parte frontale e parte posteriore oltre che il posizionamento in alto e in basso, a destra e a sinistra. Naturalmente, offre anche missaggio stereo standard.

Setchfield si è convinto velocemente, non appena ha visto l’interfaccia dell’Equalizzazione. “Il setup grafico della EQ è grandioso, pensato per musicisti che non sono veramente dei tecnici,” ha affermato. “E il sistema alla Hope Fellowship è totalmente impostato attorno al singola consolle FOH senza mixer monitor separato. Il sistema KLANG offre controllo parametrico su ogni canale, anche quando non c’è una consolle monitor dedicata. E l’interfaccia parametrica è semplice e intuitiva. Gli utenti possono toccare lo schermo, regolare la tonalità e l’efficacia di una curva di EQ e sentire immediatamente la differenza. E’ in gran parte ciò che permette ai fonici della chiesa che usano il sistema KLANG di concentrarsi sul suono che proviene dal palco e sull’esperienza di culto della congregazione anzichè spendere tempo e attenzione cercando il suono giusto di uno strumento per il musicista sul palco. Permette loro di porre la propria attenzione là dove deve stare.”

Al recente InfoComm di Las Vegas, KLANG ha presentato la versione 3.1 del suo sistema operativo, che, oltre ad introdurre il controllo fisico via fader per chi lo desidera tramite il Mackie MCU, apporta un aumento del numero di canali quando gli EQ sono attivi. Il nuovo aggiornamento espande il numero di canali per più del 20% quando si utilizzano gli EQ. Lavorando a 48 kHz ed alimentando 8 mix, il sistema può gestire fino a 23 ingressi, ed è possibile ottenere maggior DSP e più mix mettendo in cascata più unità KLANG:fabrik o KLANG:vier.

Per il team Hope Fellowship, l’adozione del sistema KLANG ha portato anche ad un risparmio di denaro. “Quando Ryan Shelton di Group One è venuto per una demo del DiGiCo SD12, ha chiesto se volevamo dare un’occhiata anche al sistema KLANG. Mi sono informato un pò sul loro sito ed ero incuriosito. Il sistema KLANG:fabrik ci ha permesso di fare tutto ciò di cui abbiamo bisogno durante una tipica celebrazione con una singola consolle FOH, e questo ha contribuito in gran parte alla nostra decisione.”

“Abbiamo aperto il nuovo broadcast campus a Marzo, e al NAMM di Gennaio ho fatto due chiacchiere con i ragazzi della KLANG“, afferma. “Sono molto attenti al parere degli utenti e ci hanno invitato a fargli sapere come stavano andando le cose in modo che potessero rispondere a dubbi, domande, richieste, accogliendo proposte per poi tramutarle anche in aggiornamenti dell’applicazione KLANG:app. Questa attenzione all’esperienza del cliente è ciò che in realtà ha fatto sì che acquistassimo il sistema.”

Comments are closed.